Strumenti personali

Contributi

Limiti della sovranità e dovere di proteggere la vita umana

Alessandro Ferrara - 24 ottobre 2005

Comincio con una metafora che ho già utilizzato: in questa fase della cosiddetta “età globale” ci troviamo in un punto oscuro e imprecisato dello spazio che separa due punti concettualmente chiari, il sistema degli Stati sancito dalla pace di Vestfalia, dove fra gli Stati sovrani vige uno stato di natura puro e semplice, sporadicamente interrotto da patti e vincoli volontariamente sottoscritti e sempre revocabili ad indinsacabile giudizio delle parti, e una ipotetica Cosmopolis dove le relazioni fra le parti del globo, siano essere ancora Stati-nazione o aggregazioni macroregionali di tipo diverso [...]

Leggi il resto…

Democrazia strategie guerra

Laura Bazzicalupo - 07 novembre 2005

I tre concetti del titolo del convegno sono riproposti alla nostra attenzione perché la loro relazione è in crisi. Sono concetti classici del lessico moderno: l’ordine interno (al posto e in preparazione della democrazia) la sicurezza e l’ordine internazionale sono proiezione dello Stato moderno e della sua relazione con gli altri Stati: né più né meno che il percorso della politica nella modernità e il suo legame centrale e caratterizzante con il diritto. [...]

Leggi il resto…

Regime Change and Just War

Michael Walzer - 24 ottobre 2005

2005 was the sixtieth anniversary of the end of World War Two and the beginning of regime change and democratization in Germany. The allies confirmed their commitment to democratization at Potsdam in July of 1945, where the British provided an admirable example of what democracy means. Elections were held in the UK while the conference was going on; Winston Churchill, the great wartime leader of his country, was defeated—and immediately replaced at the meetings (Stalin must have been astonished) by Clement Atlee, the leader of the Labor party. [...]

Leggi il resto…

Azioni sul documento