Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Articoli, libri e interviste - Articles, books and interviews Vulnerabilità come "conditio" umana. Alcune considerazioni a partire dall’approccio dell’etica della cura

Vulnerabilità come "conditio" umana. Alcune considerazioni a partire dall’approccio dell’etica della cura

Alessandra Grompi - 30 dicembre 2015 [...] È sufficiente un rapido sguardo alla nostra vita per renderci conto di quanto la condizione di dipendenza rappresenti un presupposto al quale nessuno può sfuggire. Solo per il fatto di essere corporeità, siamo soggetti a molteplici bisogni materiali, così come alle malattie, a lesioni e ferite, alla disabilità, alla morte [...]

Alessandra Grompi

Vulnerabilità come "conditio" umana. Alcune considerazioni a partire dall’approccio dell’etica della cura


ABSTRACT

Questo destino umano, permeato dalla ricerca verso la perfettibilità diviene il credo ufficiale della modernità, mostrando altrettanto chiaramente quanto questo processo sia fragile e pieno di pericoli. A livello dei singoli individui, questo significa, con le parole di Alasdair MacIntyre, che «se noi non fossimo diventati capaci di impegnarci poco a poco in un numero sempre maggiore di quelle attività nelle quali i bambini e giovani adulti imparano a riconoscere una serie di beni differenti, non avremmo progredito verso uno sviluppo completo, un progresso che è sempre minacciato da ostacoli, difficoltà e pericoli»2. Per questi motivi, la vulnerabilità dell’uomo non è la stessa degli animali. La vulnerabilità di questi ultimi è prevalentemente legata alla loro sopravvivenza in termini radicali di vita e di morte, mentre per gli uomini è più intrinsecamente legata al complesso e lungo processo del loro divenire. Essa è e rimane un aspetto essenziale di ogni essere umano


[...]

Per visualizzare l'intero articolo cliccare qui:

Iconapdf.jpg


Questo documento è soggetto a una licenza Creative Commons

Azioni sul documento