Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Articoli, libri e interviste - Articles, books and interviews Forza, contratto e convenzione: osservazioni sull'interpretazione evoluzionistica della politica di Spinoza

Forza, contratto e convenzione: osservazioni sull'interpretazione evoluzionistica della politica di Spinoza

Gabriella Lamonica - 3 marzo 2009 La critica recente sulla politica di Spinoza ha raggiunto, nella sua varietà, due sostanziali punti di accordo: si sottolinea il fondamento metafisico della politica spinoziana, e se ne minimizza il significato contrattualistico [...]


La critica recente sulla politica di Spinoza ha raggiunto, nella sua varietà, due sostanziali punti di accordo: si sottolinea il fondamento metafisico della politica spinoziana, e se ne minimizza il significato contrattualistico. Il primo punto non riguarda soltanto Spinoza: si considera parziale tentare di comprendere le visioni politiche dei grandi pensatori politici del XVII secolo senza correlarle ad una concezione dell'uomo inteso come parte di un universo le cui leggi determinano i limiti dell'agire politico. 

L'esigenza di  sottolineare la derivazione metafisica della politica è poi particolarmente sentita nel caso di Spinoza: la sua politica sembra inafferraibile fuori dalla metafisica deterministica dell'Ethica. Dato il presupposto del fondamento metafisico della politica spinoziana, emerge però una disarmonia: il contrattualismo.


Per visualizzare l'intero testo cliccare qui Iconapdf.jpg


Questo documento è soggetto a una licenza Creative Commons

Azioni sul documento